Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Il ‘nuovo’ Museo Egizio di Torino spopola anche sui social

Entusiasmo alle stelle, anche sui social, per il ‘rinnovato’ Museo Egizio di Torino, aperto al pubblico dopo i lavori, durati tre anni e mezzo, dal 1 aprile. Si è trattato di un vero e proprio evento per la città, vissuto da tanti appassionati di arte antica e archeologia, che hanno con generosità, nei giorni scorsi, condiviso foto degli allestimenti, postato commenti e scorci di sarcofagi, statue, mummie, tombe, papiri.

Un bellissimo viaggio a distanza, a portata di hashtag, alla scoperta dei nuovi allestimenti  per tutti coloro che ancora non sono riusciti ad andare di persona. L’hashtag utilizzato dall’account ufficiale del museo, @MuseoEgizio, è stato #nuovoegizio ma c’è anche chi ha usato #Egizio2015 e #MuseoEgizio. Famoso oltre confine, al museo torinese appartiene la seconda collezione al mondo di arte dall’antico Egitto. Il nuovo allestimento ha richiesto oltre mille giorni di lavoro,durante i quali il museo non è mai stato chiuso al pubblico, per una esposizione che oggi conta 6500 reperti.  « Per il museo Egizio questo è un nuovo inizio», ha dichiarato il direttore Christian Greco, classe 1975, laurea all’Università di Pavia, un dottorato in egittologia conseguito all’Università di Pisa e tanta esperienza sul campo maturata partecipando a scavi e missioni in Egitto ed anche collaborando con i più importanti musei nel mondo, come il museo delle antichità di Leiden, il più importante centro di egittologia dei Paesi Bassi,  di cui è stato curatore.  Non c’è che augurarsi che una stategia di promozione social diventi parte integrante della comunicazione del museo, gli inizi promettono bene.

Ultimi articoli

Digital Cup 2024, un evento tra calcio, digitale e solidarietà

Digital Cup 2024, spettacolo a Coverciano tra calcio e digitale

Intelligenza artificiale e Pubblica Amministrazione: guida alle applicazioni per la PA

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content