Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

La Regione Friuli Venezia Giulia punta sui servizi digitali

Nuovo volto web e social e nuove sfide per Insiel S.p.A., la Società ICT in house che punta ad essere sempre più al fianco dei cittadini e che la Regione Friuli Venezia Giulia considera strumento fondamentale per innovare la Pubblica Amministrazione.
“Crediamo – ha affermato l’assessore regionale al Coordinamento delle Riforme Paolo Panontin in occasione della presentazione del rinnovato sito web dell’Azienda – che il nuovomanagement di Insiel, dal presidente Simone Puksic al direttore generale Maria Grazia Filippini, che prenderà servizio a fine mese, garantirà quei risultati necessari per consentire al Friuli Venezia Giulia di essere al top tra le regioni italiane in tema di riforme e sull’attuazione del digitale”.
“Senza una Società come Insiel – ha aggiunto Panontin – sarebbe molto difficile realizzare le Riforme degli Enti locali, della Sanità o delle Attività produttive. Grazie a Insiel, invece, siamo e saremo alla ribalta nazionale nel settore ICT”. Al di là di una vetrina web dinamica e di facile consultazione in modalità responsive, Puksic ha evidenziato tra le novità apportate alla visibilità operativa di Insiel la pagina Facebook creata con lo spirito di avvicinare sempre più l’utente ai servizi offerti. Puksic ha anche annunciato sei importanti novità quali Insieme, la piattaforma social intranet per lavorare, condividere, informarsi e conoscerci.
Il Consiglio di Amministrazione di Insiel, inoltre, ha approvato la convenzione con l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) che permetterà all’Azienda regionale di ospitare a Trieste un ufficio distaccato dell’Agenzia nazionale. Prende il via anche il nuovo sistema professionale di Insiel che associa a ciascun dipendente una precisa identità professionale per facilitare l’evoluzione del patrimonio delle competenze aziendali.
A breve, ha anticipato Puksic, sarà fornita una mappa interattiva degli hotspot FVG WiFi sul territorio, attualmente 350 ma con la prospettiva di raggiungere quota 800 entro fine anno. Con il Progetto Insiel4School, infine, la Società in house apre le porte al mondo della scuola attraverso un contenitore di iniziative dedicate ai giovani tra i 10 ed i 18 anni. Previsti seminari, open day, attività scuola-lavoro, stage formativi, servizi di alfabetizzazione e inclusione digitale e, per i più piccoli, vere e proprie palestre di programmazione informatica dove si imparerà giocando al fianco dei volontari dell’Associazione Coderdojo.

 

Ultimi articoli

Sono 29 le città che hanno un buon livello di maturità digitale

Auto elettriche, in arrivo nuove tasse 

Presentata la Carta di Trieste per l’Intelligenza Artificiale

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content