Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Smart cities, le esperienze dei Comuni diventano best practices

Più di mille progetti ‘smart’, già attuati in 61 città e disponibili per tutti i Comuni a partire dai primi mesi del 2015, attraverso una piattaforma web ad accesso pubblico: il patrimonio sulle Smart cities raccolto dall’Osservatorio nazionale dell’Anci diventa la base per la “Piattaforma nazionale delle comunità intelligenti”, grazie all’accordo siglato nei giorni scorsi tra Anci e Agenzia per l’Italia digitale. Il riconoscimento del Governo al lavoro svolto dall’Osservatorio Anci  diventa così il primo passo per la trasformazione in patrimonio comune di tutti i progetti realizzati sul territorio nazionale.
Grazie al database e alla sua implementazione, infatti, sarà possibile concentrare e censire in un’unica piattaforma le esperienze di comunità intelligenti realizzate da tutti i Comuni italiani, confrontare modelli di governance, forme di partenariato e strumenti finanziari, mettere a disposizione delle città uno strumento per farsi conoscere e attirare un’attenzione ‘informata’ da parte di stakeholder, partner, investitori italiani e stranieri.
La Piattaforma nazionale potrà inoltre rendere possibile il contatto diretto tra le amministrazioni e i loro partner, nonché il monitoraggio e la valutazione dell’efficienza, dell’efficacia e dell’impatto dei diversi progetti, al fine di contribuire al corretto orientamento dei processi di programmazione a livello nazionale e locale.
Ultimi articoli

Sono 29 le città che hanno un buon livello di maturità digitale

Auto elettriche, in arrivo nuove tasse 

Presentata la Carta di Trieste per l’Intelligenza Artificiale

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content