Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

La tua città non è presente nella guida turistica? Il rimedio arriva grazie a Twitter

Grazie a Twitter è scoppiata la pace fra Prato e la Lonely Planet, la casa editrice australiana responsabile di aver ‘tralasciato’ la città nella guida sulla Toscana venduta all’estero (Florence and Tuscany, 2014). Non solo la città non era stata segnalata sugli itinerari, ma nemmeno sulla cartina della guida. Se n’è accorta per prima una donna pratese che lavora a Londra, che ha prontamente segnalato il fatto. Alla sua indignazione era seguito un vortice polemico che era arrivato persino a coinvolgere il sindaco della città, Matteo Biffoni. Come nelle migliori guerre-lampo, l’armistizio è avvenuto proprio nel luogo in cui lo scontro si era consumato a cinguettii: la Rete un luogo di pace che si è rivelato non solo ideale, ma anche uno strumento efficace e partecipativo di promozione del territorio. Social principe: Twitter con l’hashtag #PratoisbeautifulLP, per dedicare una giornata, quella del 30 luglio, al riscatto estetico della città e ai suoi angoli più belli. L’invito di Lonely Planet e Comune era rivolto ai pratesi e a coloro che abitano la città: bastava pubblicare sul social network foto e suggerimenti che riguardavano gli scorci più belli di Prato, accompagnati dall’hashtag #PratoisbeautifulLP (dove ovviamente le lettere finali «LP» stanno per Lonely Planet). I pratesi si sono scatenati così su Twitter con ben 3200 tweet che alle ore 16 hanno chiuso la tweetchat per rispondere all’invito della Lonely Planet. Entusiasmo sì da parte dei cittadini, ma anche dell’amministrazione comunale e del sindaco che in prima linea ha partecipato attivamente all’evento social. Su Twitter sono state postate immagini degli angoli più suggestivi di Prato, del patrimonio artistico, delle specialità gastronomiche, ma anche foto d’epoca dell’Archivio fotografico toscano e delle celebrazioni più significative, dal Corteggio storico all’Ostensione dal Pulpito di Donatello. Con tutte le 400 immagini raccolte Lonely Planet farà uno storify per utilizzarle nella guida estera sulla Toscana che nel 2015 sarà nuovamente presente e disponibile nelle librerie di tutto il mondo. Non sono tardati i ringraziamenti di Benedetta Squittieri assessore all’innovazione tecnologica di Prato tramite un tweet:” Grazie a tutti!Questo è quanto può scatenare un errore, un tweet, un’idea e la passione per una città #PratoisbeautifulLP #aprestissimo”.

 

Ultimi articoli

Il Comune di Reggello presenta il nuovo sito web di Visit Reggello

Ecco l’avatar che risponde al 112 con la lingua dei segni

All’Ospedale di Massa l’AI aiuterà i pazienti con asma grave

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content