Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Al Festival del Lavoro occhi puntati su AI, etica e sicurezza

Festival del Lavoro

Dal domani fino al 18 maggio a Firenze andrà in scena il Festival del Lavoro organizzato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dalla Fondazione Studi che proverà a coniugare l’innovazione tecnologica con i principi della legalità e del lavoro etico

Che sostituisca un mestiere, lo ridimensioni o crei nuove professioni, l’Intelligenza Artificiale avrà un notevole impatto sul mondo del lavoro. Effetti che, in molti casi, si stanno già riverberando su imprese e lavoratori. E allora, considerando che lo sviluppo delle nuove tecnologie non si può rallentare, il cambiamento generato dall’IA va governato per cercare, da un lato, di cogliere le sfide e le opportunità offerte per aumentare la produttività e migliorare la qualità del lavoro e dell’occupazione e, dall’altro, per scongiurare il rischio di un aumento delle disparità retributive e una riduzione dell’accesso ai sistemi di sicurezza sociale. Un processo che porta a una nuova cultura del lavoro che mette al centro, non solo l’innovazione tecnologica, ma anche l’etica e la sicurezza.

Temi di stretta attualità sotto la lente di ingrandimento della 15° edizione del Festival del Lavoro dal titolo “Etica e sicurezza sul lavoro nell’era dell’Intelligenza Artificiale”. La manifestazione, organizzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine e dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro dal 16 al 18 maggio a Firenze alla Fortezza da Basso, riapre i battenti e si preannuncia anche quest’anno ricca di dibattiti e confronti sulle ultime frontiere del mondo del lavoro. I principali protagonisti del mondo imprenditoriale, economico e accademico indagheranno, insieme alla classe politica, sulle prospettive future di un mercato tutto al digitale, raccontando la transizione da punti di vista trasversali e facendo luce sulle più efficaci strategie da adottare per gestire e guidare le trasformazioni in essere.

L’evento sarà l’occasione per discutere anche sul rapporto tra intelligenza umana e artificiale, tema centrale nell’indirizzare lo sviluppo dell’IA su una strada di sostenibilità, umana e sociale. Ma anche per riflettere sul tema delle competenze, altra sfida posta dalla transizione digitale, e su come si sta attrezzando il sistema della formazione in Italia per far fronte ai cambiamenti in atto e cercare di arginare il mismatch tra domanda e offerta. Le tre linee direttrici della kermesse non solo alimenteranno i dibattiti dell’Auditorium, ma troveranno nelle Aule una loro organizzazione tematica (Diritto, Politiche Attive, Orientamento al Lavoro, Opportunità, Laboratori e Agorà in Libreria). Tra i momenti più attesi, l’Aula del Diritto, spazio in cui esperti della Fondazione Studi, giuristi, accademici, professionisti del mondo del lavoro e della pubblica amministrazione si confronteranno sui temi di più stretta attualità giuridica (uso dell’Intelligenza Artificiale nel mondo del lavoro, necessità di una contrattazione di qualità, appalti genuini e intermediazione illecita, tutela della genitorialità, whistleblowing e confronto con gli Ispettori del lavoro, tra i temi di dibattito).

Al Festival del Lavoro 2024 anche per capire quali sono le sfide che il mercato offre ai giovani. Numerose quest’anno le iniziative dell’Aula Orientamento per ragazzi e studenti; alla Fortezza da Basso farà tappa anche il tour itinerante, promosso dalla Fondazione Consulenti per il Lavoro, “Il Lavoro viaggia con noi”, con un’attività di orientamento mirato che permetterà, a chi oggi si accinge a entrare nel mondo del lavoro, di fare scelte più consapevoli per il proprio futuro, ma anche per sensibilizzare le nuove generazioni al lavoro etico e sicuro. L’Aula Orientamento sarà impreziosita anche da momenti di taglio pratico; i giovani potranno ricevere dagli esperti della Fondazione Consulenti per il Lavoro suggerimenti e consigli utili su come redigere un curriculum vitae, prepararsi a un colloquio, cosa fare nel caso di assunzione e molto altro ancora per sciogliere dubbi sulle prime esperienze lavorative. “Partecipare al Festival del Lavoro per capire come etica, sicurezza e intelligenza artificiale si combinano tra di loro e per riflettere su come la digitalizzazione stia ridisegnando i contorni del sistema lavoristico” ha affermato il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca. “L’intelligenza artificiale può rappresentare un’alleata dei lavoratori perché può aiutare nell’esecuzione di mansioni ripetitive, faticose e perfino pericolose, ma può anche aprire la strada a nuovi modelli di lavoro. I risultati migliori in termini decisionali si potranno ottenere attraverso un’interazione con questa nuova tecnologia. Ecco perché è indispensabile la formazione in via permanente dei lavoratori che, a loro volta, dovranno essere disposti ad accettare impegni formativi continui per la transizione e il mantenimento delle loro competenze durante tutto l’arco della loro vita lavorativa”, ha così concluso.

Iscrizioni e aggiornamenti, a partire dai programmi, sul sito della manifestazione: www.festivaldellavoro.it

Ultimi articoli

Registro delle Opposizioni: un flop tutto italiano

Pc CoPilot+, Microsoft inaugura la nuova era dei computer puntando sull’AI

Arte e Metaverso: sfruttare la tecnologia per un’esperienza unica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content