Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Il Mise lancia il nuovo sito e punta sull’integrazione con Twitter

Con un milione e mezzo di utenti e più di 11 milioni di pagine viste nel 2014, il sito del ministero dello Sviluppo economico è uno dei più utilizzati da imprese e cittadini nell’ambito della Pubblica amministrazione. Ora il sito (www.mise.gov.it) è online con una veste grafica completamente rinnovata e una maggiore facilità di accesso e fruibilità.

Il nuovo sito è stato progettato per migliorare l’esperienza degli utenti, rendendo più intuitiva la navigazione e offrendo le informazioni in modo semplice e veloce. L’obiettivo è garantire un facile accesso ai contenuti attraverso la disponibilità di percorsi organizzati per tipologia di utente (cittadino, azienda, media) e per aree tematiche (energia, comunicazioni, impresa, commercio internazionale). Speciali approfondimenti sono inoltre dedicati agli incentivi e alla tutela dei consumatori.

Pensato per essere usato con facilità anche sui dispostivi mobili – tablet e smartphone – il nuovo sito è diventato ancora più fruibile nelle singole pagine, riorganizzate e rese più pulite e coerenti. La dimensione social e la condivisione dei contenuti sono inoltre favoriti dall’integrazione con Twitter e dalla disponibilità di feed RSS.

Notizie, approfondimenti, normativa, bandi e strumenti di sostegno alle imprese: www.mise.gov.it, continuamente aggiornato, offre un flusso costante di aggiornamenti su temi chiave per lo sviluppo del Paese, con particolare attenzione alla politica industriale, energetica, dell’internazionalizzazione e delle comunicazioni. Lo sviluppo del sito verrà portato avanti con un processo di miglioramento continuo, pensato su misura degli utenti.

Ultimi articoli

Sono 29 le città che hanno un buon livello di maturità digitale

Auto elettriche, in arrivo nuove tasse 

Presentata la Carta di Trieste per l’Intelligenza Artificiale

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content