Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Il Salone del Mobile di Milano amplia l’offerta digitale con due nuovi format narrativi

L’obiettivo è di analizzare e approfondire la complessa vitalità del panorama internazionale dell’arredamento e del design ascoltando la voce dei protagonisti.

Il Salone del Mobile di Milano – in programma a Milano Fiera Rho dal 16 al 21 aprile 2024 – continua ad ampliare la sua dimensione e offerta digitale, adottando un approccio innovativo al suo storytelling, attraverso nuovi linguaggi e new media. L’obiettivo è arricchire la narrazione con format in grado di raccontare il complesso mondo del design in unachiave narrativa contemporanea, coinvolgendo volti autorevoli del settore, che non solo portano il loro valore professionale, ma aggiungono profondità e autenticità al racconto, per rafforzare la connessione e la relazione con la community.

Questa trasformazione si concretizza nell’introduzione di due nuovi format narrativi, progettati per offrire nuovi punti di vista e una lettura più ricca e profonda dell’attuale scenario: la web serie “Behind the doors” e il podcast “Design forward” rappresentano un equilibrio tra contenuti di alta qualità, diversificazione, nuovi linguaggi e distribuzioni multipiattaforma, riflettendo l’impegno costante del Salone verso la valorizzazione di un mondo complesso, ricco di storie, prospettive e informazioni. Il nuovo palinsesto digitale continuerà ad arricchirsi nei prossimi mesi, sui canali social, sulle piattaforme streaming e sul sito proprietario, nella nuova sezione “design stories” dedicata ai diversi approfondimenti editoriali.

BEHIND THE DOORS

Per un architetto e designer, la realizzazione della propria dimora è sicuramente un progetto
sfidante, da definirsi una grande impresa. D’altronde, il committente è il più esigente e
difficile da accontentare. Sperimentazione e totale libertà espressiva sono gli ingredienti
che, insieme, danno vita a risultati unici nel loro genere, dove a emergere sono intelligenza
progettuale, creatività, funzionalità e ricercatezza. Se da un lato, per alcuni, avere pieno controllo del progetto è un valore aggiunto, per altri l’assenza di limiti e confini può rappresentare un ostacolo. Ma in che modo nasce un progetto così importante e articolato? E in che modo prendono vita soluzioni progettuali studiate in ogni particolare?

“Behind the doors” è la nuova web serie del Salone del Mobile.Milano che racconta le case di alcuni tra i più celebri progettisti internazionali. Un racconto a 360° per conoscere tutti i dettagli: dalle scelte materiche a quelle cromatiche, passando per gli arredi e l’illuminazione. Tra i primi protagonisti, l’architetto Massimiliano Locatelli, gli architetti e designer Ludovica Serafini e Roberto Palomba, Formafantasma, design duo composto da Andrea Trimarchi e Simone Farresin, l’architetto e designer Piero Lissoni e il designer Guglielmo Poletti.

DESIGN FORWARD

Il nuovo podcast del Salone del Mobile.Milano – disponibile su tutte le principali piattaforme di streaming – è condotto da Maria Cristina Didero, curatrice indipendente, autrice di mostre e pubblicazioni di design, realizzato in collaborazione con Radio Raheem e scritto da Alessandro Mitola con la cura editoriale di Giovanna Ferrero e Annalisa Rosso. Disponibile con cadenza mensile, ha come obiettivo quello di raccontare l’attualità del design come chiave per decifrare tendenze e cambiamenti del mondo contemporaneo. Ogni puntata presenta una rassegna stampa tematica con approfondimenti, notizie e curiosità, per conoscere da vicino la design industry e il mondo del progetto, e mettere in luce le connessioni tra design, cultura e società. Le storie, le persone, la creatività, le opinioni più sorprendenti, i luoghi e i numeri che insieme danno vita a questa industria.

“Ho ricevuto questo invito dal Salone del Mobile di Milano – che ringrazio – con curiosità. Confesso, era la mia prima volta. Mi sono avvicinata al mondo della cinepresa in alcune m ie occasioni professionali passate e presenti, ma mai la radio, mai un podcast. È un esercizio complicato in cui si devono miscelare qualità autoriali e doti comunicative, spero di essere riuscita a rappresentarle con un buon equilibrio” , ha dichiarato Maria Cristina Didero. Il primo episodio affronta un tema che non ha bisogno di troppe introduzioni, quello della sostenibilità. Una parola così ricorrente nel dibattito pubblico da rischiare, talvolta, di essere completamente svuotata del suo significato. Ma cosa significa realmente parlare di sostenibilità oggi? E per un’azienda, come adottare strategie e comportamenti realmente sostenibili? Può esistere un design sostenibile?


Ultimi articoli

A Siena il confronto tra le best practices della sanità digitale

In Toscana arriva il Festival della Robotica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content