Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

LinkedIn, ecco le nuove funzionalità basate sull’intelligenza artificiale

LinkedIn Intelligenza Artificiale

LinkedIn festeggia il miliardo di utenti annunciando il chatbot di intelligenza artificiale 

L’intelligenza artificiale, si sa, si sta insinuando in molteplici aspetti delle nostre vite quotidiane, semplificando e rendendo più agevoli molte attività per le quali in precedenza era necessario un impiego di risorse e di tempo talvolta maggiore. 

Da pochi giorni le novità sono arrivate anche nel mondo del lavoro, e, in particolare, sulla più grande community di professionisti che mette in contatto datori di lavoro e candidati. 

In concomitanza con l’annuncio del superamento di un miliardo di utentiLinkedIn ha infatti lanciato nuove funzionalità basate sull’intelligenza artificiale che promettono di aiutare i candidati a trovare il posto migliore per le loro competenze, fornendo suggerimenti su come ottimizzare il proprio profilo e apparire più “attraenti” ai responsabili delle risorse umane.

A dire il vero, già ad inizio ottobre la piattaforma di proprietà di Microsoft aveva annunciato 4 strumenti basati sull’AI, frutto degli ingenti investimenti in OpenAI fatti dal colosso americano per rendere “intelligenti” i proprio prodotti come, oltre LinkedIn, anche Office, Windows e Microsoft Bing. 

  • Recruiter 2024, che grazie all’intelligenza artificiale aiuterà i datori di lavoro a trovare candidati qualificati più rapidamente;
  • LinkedIn Learning AI-powered Coaching Experience, che tramite un coaching basato sull’AI offrirà un’esperienza chatbot con consigli in tempo reale e consigli sui contenuti personalizzati per ogni singolo studente;
  • Accelerate for Campaign Manager, che consiglierà una campagna end-to-end e ottimizzazioni automatiche per raggiungere il giusto pubblico B2B;
  • Sales Navigator, la funzionalità che renderà più efficace la ricerca di potenziali clienti e di account grazie alla ricerca assistita da intelligenza artificiale.

Qualche giorno fa, invece, LinkedIn ha annunciato la partenza di un’implementazione per un numero selezionato di utenti premium che potranno usufruire di una maggiore personalizzazione della loro esperienza. 

Ciò grazie a nuove infrastrutture e strumenti per supportare la rapida innovazione correlata alla Generative AI e sfruttando la tecnologia già esistente.

Ma in cosa consistono le novità introdotte da LinkedIn grazie all’intelligenza artificiale?

L’esperienza “su misura” a cui potranno accedere gli utenti premium comprende una molteplicità di funzioni, dall’acquisizione di informazioni più approfondite su argomenti rilevanti alla ricezione di suggerimenti personalizzati per azioni professionali. 

L’intelligenza artificiale è in grado di analizzare i post del feed rilevando le principali opportunità e, grazie a Microsoft Bing, fornire informazioni complete e in tempo reale su ciò che sta accadendo nel mondo. Si potranno quindi fare domande su un argomento di tendenza e ricevere risposte tramite articoli e discussioni di esperti, sia presenti su LinkedIn che su web.

Inoltre l’assistente fornirà suggerimenti personalizzati per la redazione del curriculum, la scrittura di messaggi più efficaci, l’affinità con un determinato lavoro, la preparazione dei colloqui ed eventuali utenti da contattare. Una delle nuove abilità di LinkedIn, infatti, è quella di individuare persone che hanno connessioni di secondo o terzo grado con un utente e che lavorano per una compagnia a cui è interessato.

Ultimi articoli

Il Comune di Reggello presenta il nuovo sito web di Visit Reggello

Ecco l’avatar che risponde al 112 con la lingua dei segni

All’Ospedale di Massa l’AI aiuterà i pazienti con asma grave

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content