Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Profili di lavoro online, i recruiter a caccia di professionalità

Curare la propria immagine professionale sui social, anche per ambire a trovare posti di lavoro in settori non propriamente manageriali. Questo l’esito di studi che hanno preso in esame l’utilizzo dei social network nella ricerca del lavoro, dal quale sono emersi settori come le vendite (54,2%), l’amministrazione e finanza (45,8%) e il marketing (40,8%) come quelli che maggiormente ricorrono ai network per selezionare i profili giusti nel mercato professionale. Un’analisi più attenta ha anche confermato l’attenzione che i selezionatori ripongono sui dati riportati nei profili online. Esperienze di lavoro pregresse, riconoscimenti professionali e tappe particolarmente significative del percorso lavorativo. Aspetti che a volte chi cerca lavoro rischia di trascurare, e che invece i cosiddetti recruiter analizzano con particolare attenzione, insieme a quelli sulla personalità. Un quarto degli intervistati infatti ha confermato di aver rifiutato un candidato per contenuti o foto non gradite contenute nel profilo online, o per commenti non propriamente consoni soprattutto all’etica professionale in generale. Tutto questo significa una cosa sola. Il mondo del lavoro è cambiato e con esso anche quello della ricerca del posto di lavoro, per quanto difficile essa sia. Avere la massima cura dei propri profili personali utilizzando la rete diventa importante, perché offre di sé l’immagine professionale più adatta e consente magari anche di presentare una serie di contatti più nutrita, aspetto non trascurabile nell’eventuale scelta da parte dei selezionatori. I social media come una potente opportunità in più, a patto che l’approccio sia il più affidabile e professionale da presentare in rete.

 

Ultimi articoli

A Siena una giornata dedicata alle buone pratiche della sanità territoriale 

Eye Tracking e non solo: Apple svela alcune funzioni di iOS 18

AI Act, semaforo verde dal Consiglio UE alla prima legge al mondo 

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content