Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

50 milioni per promuovere SEND, la piattaforma delle notifiche digitali

50 milioni per SEND notifiche digitali

Il Dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha stanziato altri 50 milioni per promuovere l’adesione alla piattaforma SEND.

SEND, servizio notifiche digitali, è la piattaforma che consente di inviare e ricevere notifiche dal valore legale. Una semplificazione del processo a vantaggio sia degli enti che degli utenti e delle imprese. Gli enti depositano l’atto digitalmente e la piattaforma si occupa di inviarlo, con notevole risparmio in termini di tempo e costi. I cittadini che lo desiderano possono consultare le comunicazioni a loro destinate accedendo alla piattaforma SEND tramite SPID o CIE, in alternativa tramite l’app IO. Le imprese possono visualizzare e gestire le proprie comunicazioni in modo completamente digitale con la possibilità di far accedere alla piattaforma SEND diversi referenti aziendali.

Nuove Risorse PNRR

Analizzato il modo in cui vengono spesi i fondi PNRR per la digitalizzazione è tempo di nuovi interventi. Con i nuovi avvisi su PA digitale 2026 (gli ultimi risalgono a settembre 2022), il Dipartimento per la Trasformazione Digitale ha stanziato ulteriori 50 milioni di euro per SEND destinati agli enti locali per la promozione dell’utilizzo della piattaforma SEND. Regioni, Province autonome, Aziende Sanitarie Locali e Ospedaliere, Università, Enti di ricerca e Afam avranno anche accesso a ulteriori 10 milioni di euro per l’adozione del sistema di pagamento Pago PA. Così come è previsto il rafforzamento dell’app IO con un ulteriore finanziamento di 30 milioni di euro. 

E per chi non conoscesse ancora la piattaforma SEND proviamo a rispondere ad alcune domande.

Ma cosa sono le notifiche della piattaforma SEND?

Le notifiche sono comunicazioni a valore legale emesse in via ufficiale da un’amministrazione come multe, avvisi di accertamento di tributi o rimborsi.

Cosa significa che la notifica ha valore legale?

L’invio e la ricezione di queste comunicazioni producono degli effetti giuridici sia nei confronti di chi le invia sia di chi le riceve. Per esempio, se ricevi una multa per violazione del codice stradale, la data in cui la ricevi incide sull’importo che dovrai pagare o sulla tua facoltà di contestarla.

Qual è il contenuto di una notifica?

Ogni notifica è composta da uno o più “atti” e da eventuali altri documenti. Ad esempio, una multa può essere composta da un verbale di contravvenzione (il documento notificato), da una fotografia dell’autovelox e da un bollettino per il pagamento (gli altri documenti).

E’ comunque attiva una sezione specifica sul sito della piattaforma SEND che risponde a numerosi dubbi e domande e che ci consente di fare un uso consapevole e corretto del servizio digitale.

Ultimi articoli

Registro delle Opposizioni: un flop tutto italiano

Pc CoPilot+, Microsoft inaugura la nuova era dei computer puntando sull’AI

Arte e Metaverso: sfruttare la tecnologia per un’esperienza unica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content