Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Aitana Lopez, la modella creata dall’intelligenza artificiale che guadagna 10mila dollari al mese

Aitana Lopez intelligenza artificiale

25enne con la passione per i videogiochi, Aitana Lopez è l’influencer generata dall’intelligenza artificiale che sta spopolando sui social

Vive a Barcellona, ha 25 anni, capelli rosa, appassionata di gaming e cosplay, e bellezza tanto incredibile da sembrare finta. Ed in effetti è proprio così. Aitana Lopez non esiste. O meglio, è solo il frutto del lavoro dell’AI basato sui gusti più comuni della società.

Come raccontato da Rubén Cruz, designer di Aitana Lopez e fondatore dell’agenzia The Clueless, a Euronews, l’idea è nata da un periodo non troppo semplice per l’agenzia causato da molti progetti sospesi o cancellati a causa di problemi indipendenti dalla loro volontà e spesso dovuti all’influencer o al modello. 

Aitana Lopez intelligenza artificiale

I numeri e i guadagni di Aitana Lopez grazie all’intelligenza artificiale

Ad oggi il profilo Instagram di Aitana Lopez conta 205mila followers

Guadagna poco più di 1.000 euro a pubblicità e può raggiungere fino a 10.000 euro al mese, secondo il suo creatore, ma la media si aggira intorno ai 3.000 euro. Recentemente è diventata il volto di Big, azienda di integratori sportivi, e come se non bastasse carica le sue foto in lingerie su Fanvue, una piattaforma simile a OnlyFans.

In pochi mesi è riuscita ad ottenere un tasso di interazione di migliaia di visualizzazioni e reazioni, ricevendo persino messaggi privati da celebrità che non sanno che non è una persona reale.

“Un giorno, un noto attore latinoamericano le ha mandato un messaggio per chiederle di uscire – ha dichiarato Rubén Cruz -. Questo attore ha circa 5 milioni di follower e alcuni membri del nostro team guardavano le sue serie TV quando erano bambini. Non aveva idea che Aitana non esistesse”.

Aitana Lopez intelligenza artificiale

Criticità del nuovo modello di influecing

Se da un lato è indiscutibile la creatività dell’agenzia, dall’altro sono molteplici gli spunti di riflessione che questa nuova modalità di marketing digitale porta con sé. 

Primo tra tutti la perfezione irrealistica di cui è simbolo Aitana Lopez, che contrasta con i trend del momento sul mercato, che si sta caratterizzando per una forte spinta all’autenticità, con gli influencer che mostrano sempre più la “normalità” dei propri corpi.

A ciò si aggiungono i commenti sull’eccessiva sessualizzazione di Aitana Lopez. Il team di The Clueless ha però spiegato di essersi basato sulle mode dettate dalle influencers in carne e ossa, dalla pubblicità e dalle case di moda.

Il sesso, si sa, vende sempre e da sempre. Il trend sembra però cambiare rapidamente. Oggi non è raro vedere celebrità che sui social rifiutano immagini stereotipate e provocanti. E forse l’AI riuscirà a creare anche influencer da apprezzare per i contenuti interessanti e la passione per la cultura e la divulgazione.

Nonostante queste criticità, se nei primi post la maggior parte dei commenti evidenziavano l’artificialità della foto, negli ultimi la percezione che gli utenti hanno della modella creata dall’AI si è umanizzata, con commenti perfettamente in linea con quelli pubblicati sotto le foto degli influencer veri. Evidentemente colpa del realismo di Aitana. 

Ultimi articoli

A Siena il confronto tra le best practices della sanità digitale

In Toscana arriva il Festival della Robotica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content