Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Capitale europea della cultura 2019, le città italiane si sfidano a colpi di tweet

 

Ne resterà una sola, è sarà la città italiana Capitale europea della Cultura nel 2019. La selezione per individuarla è ormai al rush finale dopo che la scorsa primavera le pretendenti sono state ridotte a una short list compista da Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena. Sei città che in questi mesi si sono date battaglia (nel senso buono del termine) lanciando iniziative, idee e progetti che, qualunque sarà il risultato finale della selezione, rappresenteranno un patrimonio importante per la cultura italiana negli anni a venire. Il lavoro dei sei comitati ha creato dibattito e attenzione e tra gli strumenti per dialogare con i contesti locali e internazionali i social hanno avuto un ruolo importante. Tra questi Twitter è senz’altro quello che si presta di più a far circolare le notizie e dunque vediamo le sei città sul social dei 140 caratteri in base a un’osservazione dal 26 agosto al 6 settembre scorso.

Il record di followers spetta a Matera con oltre 3800 fans che seguono gli aggiornamenti quotidiani sul profilo Twitter. La città dei Sassi (@Matera2019) ha utilizzato per il profilo l’immagine di un panorama con due giovani di spalle che sembrano guardare al futuro e a Matera. A dare l’idea della sfida collettiva è la presentazione dove si legge che “Matera si candida a diventare Capitale Europea della Cultura per il 2019. Con l’aiuto dei cittadini di Matera, della Basilicata e di tutti i lucani nel mondo”. Un account molto seguito e anche molto prolifico, in media infatti vengono inseriti una ventina di tweet al giorno. Per numero di followers al secondo posto si trova Perugia (@Perugia_2019) che può contare su un pubblico di oltre 3.300 fans. Per l’immagine di sfondo si è scelta una piazza affollata e la bio è molto istituzionale: “Pagina Ufficiale – Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi e dell’Umbria – Capitale Europea della Cultura – Città Candidata”. Sull’ideale podio delle città candidate si trova poi Siena (@2019SI) che può contare su oltre 2800 followers ed è quella che nel periodo di osservazione è cresciuta di più facendo salire la sua platea di 190 fans (quasi 20 al giorno). Interessante il fatto che la città toscana abbia scelto per l’immagine dello sfondo non il Palio o il Buongoverno del Lorenzetti ma un collage con le immagini delle persone comuni con addosso t-shirt e gadget legati alla candidatura. La bio invece è molto stringata e non chiama in causa altre realtà: “Siena 2019 città candidata a Capitale Europea della Cultura #2019SI”. Scorrendo la lista delle città in corsa in base ai followers si trova Ravenna (@Ravenna2019) con oltre 2700 fans che ha legato l’account Twitter ai mosaici per cui è famosa in tutto il mondo sia dal punto di vista grafico sia attraverso lo slogan del “mosaico di culture”. Molto interessante anche il fatto che ogni settimana venga comunicato chi sia il responsabile della pagina Twitter, di cui viene inserita anche la foto sopra la bio. Una bio che è un invito a collaborare: “Ravenna ha intrapreso il percorso per candidarsi a Capitale Europea della Cultura 2019: sostieni le attività della città!”. Oltre 2.200 i followers di Lecce (@Lecce2019) che nella bio ricorda che la capitale del Salento e Brindisi sono “Candidate a Capitale Europea della Cultura 2019” e inserisce anche l’indirizzo degli altri account social. Lecce è tra le sei quella che nel periodo di osservazione ha puntato più sulle immagini: 27 i tweet corredati da foto e video. Per quanto riguarda l’immagine di copertina si è puntato molto spesso sugli eventi in programma e sul coinvolgimento della gente. A chiudere la carrellata Cagliari (@Cagliari2019) con oltre 1700 fans sul social cinguettante. Sullo sfondo una grande scritta “insieme verso il 2019” appoggiata su un collage di foto che dà l’idea di comunità. Un tema ripreso anche nella bio: “con Cagliari e la Sardegna, candidate a Capitale Europea della Cultura 2019. Riscriviamo insieme il territorio su base culturale”.

Queste dunque le sei candidate italiane viste da Twitter. Soltanto una presto affiancherà la città di Plovdiv in Bulgaria (l’altro Paese europeo che ospiterà la capitale della cultura). E se anche sarà una soltanto quella che potrà twittare “ce l’abbiamo fatta” il lavoro portato avanti e diffuso sui social rappresenta un tesoro culturale da non disperdere come dimostrano i circa 18 mila cinguettii (al 6 settembre scorso) con cui le sei città hanno raccontato la loro corsa verso il 2019.

Ultimi articoli

A Siena una giornata dedicata alle buone pratiche della sanità territoriale 

Eye Tracking e non solo: Apple svela alcune funzioni di iOS 18

AI Act, semaforo verde dal Consiglio UE alla prima legge al mondo 

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content