Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Festival della Diplomazia, si parla anche di AI e digitale nella seconda giornata

Festival della Diplomazia

È stata una giornata ricca di appuntamenti, quella che ha inaugurato il Festival della Diplomazia nella giornata di ieri: una no-stop di 9 giorni, dal 19 al 27 ottobre, che vedrà la XIV edizione del Festival ospitare oltre 100 eventi tra conferenze e incontri speciali cui parteciperanno i protagonisti delle relazioni internazionali per approfondire le trasformazioni geopolitiche e le accelerazioni tecnologiche in corso.

Si replica oggi con una serie di incontri che toccano i temi più urgenti sul tavolo di chi si occupa di politica estera, con focus su AI e digitale.

09:30 – 12:00 Tavola Rotonda “Diplomazia e Multilateralismo efficace: la Cooperazione Energetica attraverso l’Italia per l’Autonomia Europea”

Studio Legale BonelliErede – Via Vittoria Colonna, 39

L’Italia svolge un ruolo di crescente importanza nella promozione della cooperazione energetica multilaterale, contribuendo in modo significativo all’ obiettivo di garantire l’autonomia energetica dell’ Europa, riducendo la dipendenza europea dal gas russo e aprendo nuove rotte di approvvigionamento, come quelle provenienti dal Nord Africa. Questa strategia combina diverse dimensioni geopolitiche ed economiche che verranno approfondite al Festival della Diplomazia durante la Tavola Rotonda “Diplomazia e Multilateralismo efficace: la Cooperazione Energetica attraverso l’Italia per l’Autonomia europea”.

L’appuntamento vedrà la partecipazione tra gli altri di un’ampia compagine diplomatica: Panagiotis Zaragkas, Ambasciatore di Grecia in Italia; Yiorgos Christofides, Ambasciatore di Cipro in Italia; Carmine Vassallo, Ambasciatore di Malta in Italia; Khalid Atlassi – Ambasciata del Marocco in Italia; e di una rappresentanza delle Ambasciate di Bahrein, Egitto e Somalia in Italia.

12:00 – 13:00 Question Time con l’Ambasciatore d’Austria in Italia Jan Kckert  

Centro Studi Americani – Via Michelangelo Caetani, 32

13:00 – 14:30 Ethical Challenges and Geopolitics in Diplomac-I.A. and the Digital World

Centro Studi Americani – Sala Ovale – Via Michelangelo Caetani, 32

Alcune delle più attuali ricerche sull’I.A. sfidano in modo allarmante aspetti etici e significativi per la nostra società. Per questo cercare di capire quali in futuro saranno le principali criticità poste dall’I.A. diviene utile e necessario per garantire un progresso tecnologico sostenibile. Ma ad oggi cosa possiamo definire come etico e non etico per l’I.A.? Mentre le potenze che guidano “la corsa tecnologica” per l’I.A. che attenzione pongono alle sfide etiche? E’ possibile identificare un ruolo geopolitico per l’I.A.?
L’arte della diplomazia subirà sostanziali cambiamenti a causa dell’I.A.? Sul futuro che ci aspetta si interrogano i relatori dell’incontro. 

L’appuntamento vedrà la partecipazione di Paola Pisano, ex Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale; Corneliu Bjola, Professor in Diplomatic Studies, University of Oxford (UK); Laura Carpini, Capo dell’Unità per le politiche e la sicurezza dello spazio cibernetico MAECI; Antonio Malaschini, ex Segretario Generale del Senato e Consigliere di Stato; Costanza Sciubba Caniglia, giornalista. 

14:30 – 16:00 The Myth of Artificial Intelligence

Centro Studi Americani – Via Michelangelo Caetani, 32

I futurologi sono convinti che l’intelligenza artificiale eclisserà a breve le capacità delle mente umana più dotata. Che speranza abbiamo dunque contro le macchine superintelligenti? Erik Larson sostiene senza mezzi termini e con argomenti stringenti che in realtà non siamo sulla strada giusta per sviluppare macchine intelligenti. Anzi, in effetti non sappiamo nemmeno dove si trovi quella strada.

L’appuntamento vedrà la partecipazione d Erik J. Larson, autore del libro “The Myth of Artificial Intelligence: Why Computers Can’t Think the Way We Do”; Saffron Huang, Co-Director Collective Intelligence Project; Stefano Da Empoli, Presidente di I-Com e autore di “L’economia di ChatGPT. Tra false paure e veri rischi” (Egea); Michele Gerace, Scuola della Complessità. Modera:Alberto Sangiovanni-Vincentelli, Direttore dell’Institute of Future and Innovation studies, John Cabot University.

16:30 – 18:00 Investments in military technologies may win wars, but men make peace

Centro Studi Americani – Via Michelangelo Caetani, 32

La componente tecnologica è sempre più determinante per le capabilities militari, in questo senso un driver per l’innovazione negli investimenti per i settori di difesa e sicurezza. A questo è però necessario aggiungere che alcune delle tecnologie più avanzate – emergenti e disruptive – pongono sul piano etico dei rischi che devono essere compresi e gestiti. In questo contesto la componente umana torna ad essere centrale e l’unica in grado di garantire un utilizzo effettivo di tecnologie strategiche. L’appuntamento vedrà la partecipazione di: Stefano Pontecorvo, Presidente Gruppo Leonardo; Vincenzo Camporini, già Capo di Stato Maggiore AM e della Difesa; Jan Kohout, Ambasciatore della Repubblica Ceca In Italia;  Elio Calcagno, IAI.

Ultimi articoli

Registro delle Opposizioni: un flop tutto italiano

Pc CoPilot+, Microsoft inaugura la nuova era dei computer puntando sull’AI

Arte e Metaverso: sfruttare la tecnologia per un’esperienza unica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content