Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Linkedin, la community Inail cresce ancora e supera i 70mila follower

Linkedin, la community Inail cresce ancora e supera i 70mila follower

Aumentano le impressions, le condivisioni e gli utenti unici del profilo dell’Istituto. Interazioni alte per i contenuti vicini alla mission e sulle tematiche più richieste da assistiti e addetti ai lavori

Il profilo Linkedin dell’Inail ha raggiunto di recente quota 70mila follower confermando la crescita costante della community iniziata durante la pandemia da Covid-19. I contenuti legati alle attività svolte dall’Istituto in qualità di componente del Comitato tecnico scientifico (Cts) per la gestione dell’emergenza sanitaria, infatti, hanno destato molto interesse e le interazioni più alte hanno riguardato i documenti tecnici e i report aggiornati con i dati dei contagi di origine professionale.

Nell’ultimo anno 14 mila follower in più

Prendendo in esame i dati della piattaforma relativi agli ultimi 12 mesi, l’incremento dei follower è stato di quasi 14mila unità, pari al 20% del totale. In crescita costante anche le impressions, ossia il numero di volte in cui uno o più post vengono visualizzati, cliccati o cercati, che sfiorano quota 2,4 mln, con una media di 200mila al mese. Gli utenti unici, ossia le persone alla ricerca di uno o più contenuti sul profilo, si sono attestati sopra gli 11mila mentre l’engagement rate, che misura il tasso di coinvolgimento della community, ha raggiunto la media del 3%.

Focus sul successo: molto apprezzati video e contenuti multimediali

I post pubblicati nell’ultimo anno sono stati 640, di cui oltre un terzo ha ottenuto più di 10mila visualizzazioni. Molto apprezzati i contenuti multimediali, come dimostra l’interesse per il video tutorial sulla prevenzione delle cadute dall’alto e per i video di Napo, protagonista della serie animata sui temi della sicurezza sul lavoro, già molto seguito sul canale YouTube dell’Inail. Alcune pillole, riproposte dalla redazione social, hanno superato le 40mila impressions e le 20mila visualizzazioni. Ottime le performance dei post legati ai temi principali della mission dell’Istituto: spiccano i documenti tecnici, le pubblicazioni delle collane “Salute e sicurezza” e “Ricerche”, le schede informative e l’edizione 2023 di “Quaderni per immagini”.

Le iniziative e i progetti più cliccati

Anche le informazioni di servizio sulle iniziative più importanti messe in campo dall’Inail per la sicurezza sul lavoro hanno fatto registrare alte interazioni. A cominciare dal bando Isi, con il quale l’Istituto mette a disposizione finanziamenti a fondo perduto per le imprese che investono in prevenzione, e dal progetto “Worklimate”, che approfondisce gli effetti dello stress termico ambientale sulla salute e la produttività dei lavoratori. Grande interesse, infine, anche per le visite del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alle commemorazioni del 1° maggio e all’inaugurazione del Forum della ricerca “Made in Inail”. Il Capo dello Stato, infatti, ha partecipato all’apertura dell’evento dedicato all’innovazione tecnologica al servizio della salute e della sicurezza dei lavoratori che si è svolto lo scorso novembre nell’area del Gazometro a Roma. Durante i lavori sono stati presentati alcuni dei progetti più significativi realizzati dall’Istituto in collaborazione con partner eccellenti, tra cui enti di ricerca e Università.

Redazione INAIL

Ultimi articoli

A Siena il confronto tra le best practices della sanità digitale

In Toscana arriva il Festival della Robotica

Calendario eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content