Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
0%
Premi per ascoltare

Gli 8 punti chiave del cambiamento della comunicazione social della PA

Gli 8 punti chiave del cambiamento della comunicazione social della PA

La comunicazione social della pubblica amministrazione si è notevolmente evoluta negli ultimi anni, riflettendo i cambiamenti nella società e adottando in modo diffuso i social media.

Ecco otto punti chiave di questa trasformazione:

Presenza online

Le pubbliche amministrazioni hanno sviluppato una presenza online attraverso diverse piattaforme social, tra cui Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn. Questa presenza mira a raggiungere il pubblico in modo più diretto, trasparente e innegabilmente ormai più efficace.

Comunicazione istituzionale

I profili social delle pubbliche amministrazioni sono utilizzati per diffondere informazioni istituzionali, annunci ufficiali, aggiornamenti e comunicati stampa. Ciò consente alle amministrazioni di comunicare direttamente con i cittadini e di essere più accessibili.

Coinvolgimento del pubblico di riferimento

Le piattaforme social consentono alle pubbliche amministrazioni di coinvolgere attivamente il pubblico attraverso sondaggi, commenti, sondaggi online e altre forme di partecipazione. Ciò promuove un dialogo bidirezionale, aumentando l’interazione tra i cittadini e l’amministrazione.

Gestione delle crisi

I social media forniscono un canale immediato per gestire situazioni di emergenza o crisi. Le pubbliche amministrazioni possono diffondere informazioni cruciali, rispondere alle domande dei cittadini e coordinare gli sforzi di emergenza in tempo reale. Noi in Inail abbiamo già dal 2012 usato Facebook per gestire le eventuali emergenze che potevano crearsi nel corso del primo Click Day per ISI, gli incentivi per la sicurezza nelle aziende.

Trasparenza e accountability

La pubblicazione di informazioni su progetti, decisioni e attività delle amministrazioni attraverso i social media contribuisce a migliorare la trasparenza e l’accountability. I cittadini possono essere informati sulle attività dell’amministrazione, e oggi i social sono diventati praticamente il primo punto a cui il cittadino si rivolge alla ricerca informazioni, superando anche i siti istituzionali.

Educazione e sensibilizzazione

Le pubbliche amministrazioni come Inail, utilizzano i social media anche per educare e sensibilizzare il pubblico su questioni importanti, promuovere campagne di prevenzione, e diffondere informazioni utili sulla salute pubblica, sicurezza, e altri temi rilevanti.

Uso di contenuti multimediali

La pubblica amministrazione sfrutta i contenuti multimediali, come immagini e video, per rendere le informazioni più accessibili e coinvolgenti e quindi per catturare l’attenzione del pubblico e comunicare in modo più efficace. Alcuni contenuti sono sempre più spesso “pensati” espressamente per i social e necessariamente in chiave multimediale.

Rispetto della privacy e sicurezza

Fondamentale, con lo sviluppo dell’uso dei social media, che le pubbliche amministrazioni facciano sempre più attenzione al rispetto della privacy dei cittadini e siano attente a garantire la sicurezza delle informazioni condivise online.

di Michele Troianiello

Ultimi articoli

A Siena il confronto tra le best practices della sanità digitale

In Toscana arriva il Festival della Robotica

Calendario eventi

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content